strict warning: Declaration of views_handler_filter_node_status::operator_form() should be compatible with views_handler_filter::operator_form(&$form, &$form_state) in /var/www/clients/client0/web35/web/sites/all/modules/views/modules/node/views_handler_filter_node_status.inc on line 0.

Azione cattolica

Aderire all'AC, scelta che nasce nel cuore

«Aderire all’AC non è prendere la tessera dell’Automobil Club, che pure può essere una bella cosa per farsi soccorrere quando sei in panne con la tua automobile. È molto meglio che facebook o Badoo: non ti accontenti di rapporti virtuali, ma con i tuoi amici vivi, preghi, gioisci, lavori, scrivi un mondo di relazioni vere, belle e importanti». Mons. Domenico Sigalini associa al verbo aderire all’AC alcuni spunti interessanti per riflettere personalmente ed in gruppo.

Un SI anche al Paese

"Il SI che oggi pronunciamo non è un nostro atto di volontà, non è solo il frutto di un convincente ragionamento in cui abbiamo valutato i pro e i contro della nostra scelta. È, soprattutto, una risposta.  Diciamo SI ad un Dio che dolcemente e decisamente chiama, invita a rialzarsi, a camminare insieme, a farci conduttori di speranza attraverso la narrazione della Sua presenza nella nostra vita". La riflessione del Presidente nazionale, Franco Miano, in occasione della Festa dell'adesione dello scorso anno associativo ci torna alla mente e ci scalda il cuore nell'attesa di un nuovo 8 Dicembre.

Due anni dal 30 ottobre 2010

I ricordi indimenticabili dell'incontro nazionale dei ragazzi e dei giovanissimi dell'Azione cattolica "C'è di più. Diventiamo grandi insieme" avvenuto il 30 ottobre 2010 a Roma, sono ancora nella mente di tutti.

ll sogno si fa vita: 30/40

Qual è la situazione di chi oggi ha tra i 30 e i 40 anni? Quali fattori sociali, economici e culturali definiscono la situazione attuale dei giovani-adulti italiani? il prof. Gianpiero Dalla Zuanna del dipartimento di scienze statistiche dell'università di Padova fornisce qui un'accurata indagine a partire dai dati.

Porsi accanto

Accompagnare: potremmo trovarci di fronte all’ennesimo slogan destinato a cadere presto nel dimenticatoio. Invece indica un cambiamento di prospettiva nella prassi pastorale. Più uno stile che un compito. E lo stile dell’assistente non è quello di creare il cammino, ma di aiutare chi gli è affidato a trovarlo e a percorrerlo.

L'agenda del buon presidente (parrocchiale)

Il carisma più grande di un presidente parrocchiale di Ac è quello di accompagnare e curare le persone che gli sono affidate insieme a quelle con cui condivide la responsabilità. Accompagnare, in fondo, è lo stile di Dio che si fa compagno di strada di ciascuno di noi. Non dimentichiamolo.